Il contratto della cessione del quinto

Il contratto di finanziamento tramite Cessione del Quinto dello stipendio, detto anche “Contratto di prestito con trattenuta delegata”, secondo la direttiva europea di base sul credito ai consumatori è un documento che deve contenere le seguenti informazioni:

  • Identità e contatti della banca finanziatrice e dell’eventuale intermediario del credito intervenuto nel processo di vendita
  • Caratteristiche principali del prodotto, tra cui:
    • Tipo di contratto di credito. Nel caso della cessione si tratta di un prestito personale rimborsabile mediante cessione pro-solvendo del quinto della retribuzione
    • Importo totale del credito, inteso somma totale degli importi messi a disposizione del consumatore
    • Condizioni di prelievo, ovvero le modalità e le tempistiche con i quali il consumatore può utilizzare il credito
    • Durata del contratto di credito
    • Rate ed, eventualmente, loro ordine di imputazione (piano di ammortamento)
    • Importo totale dovuto dal consumatore, inteso come importo del capitale preso in prestito, più gli interessi e i costi connessi al credito
  • Costi del credito
    • Tasso di interesse che si applica al contratto di credito (TAN)
    • Tasso annuo effettivo globale (TAEG), inteso come il costo totale del credito espresso in percentuale, calcolata su base annua, dell’importo totale del credito. Il TAEG è il parametro che consente al consumatore di confrontare le varie offerte, identificando la più conveniente
    • Descrizione dei prodotti obbligatori che è necessario sottoscrivere per ottenere il credito, ovvero per ottenerlo alle condizioni contrattuali offerte. Nel caso della CQS devono essere riportate le assicurazioni che garantiscono il credito e ogni altro contratto per servizi accessori
    • Costi in caso di ritardo nel pagamento ed avviso sulle conseguenze per il consumatore derivanti dal tardare i pagamenti (ad esempio la vendita forzata dei beni e l’impossibilità ad ottenere altri crediti in futuro)
    • Dettaglio delle condizioni in presenza delle quali tutti i costi relativi al contratto di credito possono essere modificati
  • Altri importanti aspetti legali
    • Diritto di recesso. Nel caso della cessione del quinto, il consumatore ha il diritto di recedere dal contratto di credito entro 14 giorni di calendario dalla conclusione del contratto
    • Rimborso anticipato. Il consumatore ha il diritto di rimborsare il credito anche prima della scadenza del contratto, in qualsiasi momento, in tutto o in parte. La banca ha però il diritto a un indennizzo in caso di rimborso anticipato, quantificabile nell’1% dell’importo rimborsato in anticipo se la vita residua del contratto è superiore ad un anno, nello 0,5% dell’importo rimborsato in anticipo se la vita residua del contratto è pari o inferiore ad un anno. In ogni caso, l’indennizzo non può superare l’importo degli interessi che il consumatore avrebbe pagato per la vita residua
    • Consultazione di una banca dati. Il consumatore deve sapere se la finanziaria consulterà i sistemi di informazioni creditizie per  concedere il credito e le conseguenze del rifiuto
    • Diritto a ricevere una copia del contratto. Il consumatore ha il diritto, su sua richiesta, di ottenere gratuitamente copia del contratto di credito idonea per la stipula.