Mutuo costruzione per la prima casa

Il segmento dei Mutui per costruzione è in continua crescita in virtù delle agevolazioni fiscali introdotte dai governi in carica a partire dal 2000.

Oltre alle agevolazioni, le svariate operazioni di edilizia cooperativa che hanno interessato tutto il territorio italiano hanno favorito l’espansione dei mutui costruzione. Si tratta di progetti dove spesso il costruttore finanzia il progetto tramite apporto di capitali dai futuri proprietari, che consentono la costruzione di alloggi residenziali a prezzi competitivi, quindi accessibili a numerose categorie sociali.

Infine, per i mutui finalizzati alla costruzione della prima casa sono previsti diversi sgravi fiscali tra cui la detrazione degli interessi passivi e degli oneri accessori pagati sul mutuo fino al 19%. Condizione necessaria per le detrazioni è che la casa in costruzione venga adibita a prima casa, entro sei mesi dal termine dei lavori di costruzione, che l’abitazione sia realizzata in conformità ai provvedimenti comunali che autorizzano la nuova costruzione e che il mutuo venga stipulato nei 6 mesi antecedenti o successivi alla data di inizio dei lavori

Data la particolarità dell’operazione, dove la costruzione viene finanziata dai proprietari, il mercato del credito ha sviluppato strumenti di finanziamento ad hoc, i mutui con finalità specifica costruzione, con meccanismi di erogazione personalizzabili e legati agli stati di avanzamento lavori (SAL) dell’abitazione.

Le banche offrono oggi diverse soluzioni:

  • Erogazione dell’intero importo del mutuo all’inizio dei lavori, possibile solo se l’ammontare del finanziamento è limitato (non superiore al 50%) del valore presunto di mercato dell’abitazione in costruzione
  • Erogazione dell’intero importo del mutuo alla fine dei lavori, preferita dalla banca, ma che non consente il finanziamento delle opere di costruzione
  • Erogazione a stati avanzamento lavori. In questo caso le somme previste dal mutuo vengono erogate in tranches predefinite man mano che vengono completate le opere edilizie. Il vantaggio più significativo di questa formula è che gli interessi dovuti alla banca sono calcolati solo sulle somme effettivamente utilizzate, tranches dopo tranches, secondo un piano di ammortamento che decorre dal termine dello specifico SAL

I mutui finalizzati alla costruzione della prima casa  prevedono diversi sgravi fiscali tra cui la detrazione degli interessi passivi e degli oneri accessori pagati sul mutuo fino al 19%. Condizione necessaria per le detrazioni è che la casa in costruzione venga adibita a prima casa, entro sei mesi dal termine dei lavori di costruzione, che l’abitazione sia realizzata in conformità ai provvedimenti comunali che autorizzano la nuova costruzione e che il mutuo venga stipulato nei 6 mesi antecedenti o successivi alla data di inizio dei lavori